Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

“rosa fresca aulentissima” e le identità immutate - alcamo capitale del buongusto - dal 7 al 9 ottobre mostra mercato al trecentesco castello

7-ott-2005

Alcamo, magnifica e colorata città siciliana adagiata sul blu del mare tirreno, dal 7 al 9 di ottobre 2005, diverrà capitale del buon gusto con una nuova, nel genere e nelle finalità, mostra delle “Identità Immutate”.

Una occasione per gustare il vino bianco Alcamo DOC, i prodotti tipici agroalimentari, e per visionare e acquistare manufatti e oggettistica di autentica artigianalità.

Una manifestazione di grande spessore in cui un ruolo determinate ha il conte Filippo Testa, sponsor dell’iniziativa e promoter del territorio alcamese, presidente dell’associazione Strade del Vino D.O.C. Alcamo, che con Giuseppe Gambino, assessore all’Agricoltura e Gaspare Noto assessore allo Sviluppo Economico, ha coordinato uno staff di persone dell’assessorato all’Agricoltura che ha mostrato competenza, professionalità, serietà e tempestività d’azione.

Per Giacomo Scala, sindaco della Città e promotore del progetto, “il minimo comune denominatore per caratterizzare un prodotto come tipico è senza dubbio il legame che esso possiede con il territorio da cui proviene. In particolare, un prodotto può essere definito tipico se conserva delle caratteristiche costanti nel tempo e se le associa alla sua localizzazione e soprattutto alla sua origine”.

L’inaugurazione della terza edizione è prevista per venerdì 7 ottobre, alle ore 17.30, presso il centro congressi Marconi con la Presentazione del Progetto e la Tavola Rotonda “Enoturismo: Risorsa del territorio”. Alle 19.30, invece, al Castello dei Conti di Modica, Inaugurazione e apertura della Mostra Mercato. Una mostra che vede la partecipazione di 41 espositori tra cuila Provincia di massa Carrara, il Comune di Castelvetrano, Oggetti artigianali di Caradonna Francesca, Il forno di Filippo Buongiorno, l’Artigianato floreale di Giovanna Tocco, l’Associazione Strade del vino “Alcamo DOC” di Vincenzo Cusumano, gli Oggetti artigianali di Maurizio Bongiardina, Ricami e Tradizioni di Caterina Giacalone, il banco di Sicilia, i Lavori a mano di Anna Maria Drago, la Cantina Sociale Sant’Antonio, Demetra Ceres (tessuti dipinti), Mareggi di Francesco Melia, Cerasuola di Sicilia di Baldassare Provenzano, Cantina Saraceno di Simeti Antonino, Associazione Cafisu di Nunzio Bastone, Agriturismo Tarantola di Filippo Testa, Fondis Group (Albergo ristorante), Claivaste di Maria Crimi, Stefano Gallo produttore di olio, Comune di Gibellina, Anna Maria Campo Ricami, Giuseppe Parrino animazione, Novarredo di Calvaruso e Milotta, Associazione Libera, Arte Creativa di Angela Amodeo, Giuseppa Stellino oggetti in corallo e argento, Pietra Romano bigiotteria artigianale, Keramos di Domenico Sucameli, Azienda Agricola Ceuso, La Toma dei fratelli Scalone caseificio di Tito in provincia di Potenza, Carmela Sanfilippo pistacchi e Derivati di Bronte, Paola Menichetti Ladreria La Marmifera di Colonnata, Damiano Lo Monaco intrecciati, Sebastiano Razzino produttore di tegole artistiche, Silva Orta Beatriz ceramiche artistiche, Cantina Sociale San Francesco di Paola ed, infine, l’organizzatore stesso, ovvero l’Associazione Strade del vino Doc Alcamo, rappresentante legale il Conte Filippo Testa.

Il programma, inoltre, prevede per sabato 8 ottobre, al Centro Congresso Marconi, a partire dalle ore 9.30, la Tavola rotonda “Promozione e valorizzazione dei vitigni autoctoni” e a seguire la degustazione dei prodotti tipici. Alle 13 il touir turistico dei numerosi giornalisti presenti.

La sera, alle 21, al teatro Cielo d’Alcamo la consegna delle Rose d’Argento, simbolo del contrasto di Cielo d’Alcamo Rosa Fresca Aulentissima, a rappresentanti della cultura alcamese. A seguire lo spettacolo degli “Isola”, etnico-musicale, e poi cabaret con Antonio Pandolfo.

Domenica, invece, alle ore 10.30, sempre al Centro Marconi, Tavola Rotonda su “Olio extravergine DOP Valli trapanesi. Problematiche e prospettive”. Alle 16.30, Recital di poesie dialettali a cura del Cenacolo dialettale guidato magistralmente dallo storico prof. Carlo Cataldo. Alle 22.00, al Castello dei Conti di Modica, la chiusura della Mostra Mercato e la fine della grande manifestazione culturale che riporta Alcamo al centro dell’attenzione nazionale.

La tipicità spesso consiste proprio nei vincoli produttivi diretti con il territorio d’origine.

Innumerevoli sono i casi in cui la tipicità delle produzioni si manifesta nell’inscindibile legame delle loro materie prime al territorio.

Il sapore, l’odore ed il colore della pasta “finocchi e sarde”, della pasta “incaciata”, dei famosi “maccarruna” con salsa di pomodoro, melanzane fritte, ricotta di pecora e basilico, degli spaghetti con aglio, olio, basilico e peperoncino, delle “busiate” con pesce spada, melanzane fritte e mentuccia, dei “bruciuluna”, delle melanzana alla parmigiana, restano unici ed irripetibili. Unici e irripetibili perché hanno gli anni della storia di questo popolo che ha conosciuto i greci, gli arabi, i romani e gli spagnoli.

“In ultimo, non va dimenticata la dimensione culturale, tanto più forte, quanto più i prodotti riescono a richiamare sapori, memorie, valori e rappresentazioni collettive” continua Giacomo Scala.

Dimensione che si collega alle uve, al melone “purceddu”, al vino, all’olio, ai numerosi e variopinti dolci, che mantiene inalterata nel tempo quella virtù immateriale che collega questi prodotti per associazione mentale d’idee a quel particolare luogo, evocando l’unicità delle sue tradizioni e della cultura dei suoi abitanti da centinaia di anni legati alla terra che ancora lavorano con amore e con metodi tradizionali a garanzia della tutela della identità e della tipicità alcamese.

Una visita per ripercorrere il lungo cammino della Città che il primo cantore della lingua italiana, Cielo d’Alcamo, definì “giocosa ed opulenta”, dalla preistoria fino ad oggi, e per gustare, fotografare, dipingere e trasformare in versi le immagini di una delle più vaste necropoli di età pre-protostorica della Sicilia occidentale e dei reperti preistorici rinvenuti nelle campagne alcamesi.

Un viaggio incantevole tra mare, campagna, montagna e isole per raccontare una vita, una storia e le tante emozioni.

Un racconto che si snoda attraverso la descrizione di gran parte delle opere monumentali ed artistiche che, oggi, convivono ad Alcamo accanto agli insediamenti più recenti: i suggestivi resti della Chiesa dell’Annunziata, I’imponenza del Castello dei Conti di Modica, lo sfavillante barocco delle Chiese, le pregevoli opere in esse custodite create dalle mani di illustri artisti quali Antonello Gagini, Pietro Novelli, Guglielmo Borremans, Giacomo Serpotta.

Un viaggio nella storia e nell’arte, ma anche nella cultura della devozione mariana, forte e viva ancora adesso e fortificata da una rinnovata fiducia in questo Terzo Millennio di pace; nella cultura della sussidiarietà nell’economia che ha visto uomini grandi come Don Giuseppe Rizzo impegnati, attraverso la fondazione dell’omonima banca, nella progettazione di una nuova visione dell’imprenditoria; nella cultura della solidarietà che si è palesata attraverso una nuova forma di accoglienza e di integrazione che, come afferma il Sindaco Giacomo Scala, “ci ha fatto ripartire dagli ultimi per svilupparci in un ripartire con gli ultimi; un viaggio, infine, nella storia degli alcamesi e mia, popolo ben ancorato a quello che siamo stati e che siamo, ma in grado di scommettere su quello che vogliamo essere”.

Antonio Fundarò
(Università di Palermo)

Letture: 17726


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2017 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso