Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

Il successo di Rita Borsellino alle primarie siciliane - La Lezione che arriva dalle urne

6-dic-2005

Ora che l’evento delle primarie si è consumato vediamo di capire che cosa è accaduto e, soprattutto, quello che potrebbe accadere.

Da un lato fa gioire la rilevante prevalenza di Rita Borsellino - sull’altrettanto valida candidatura del prof. Ferdinando Latteri - per la riaffermazione del valore dell’antimafia che pareva smarrito. Dall’altro lato la vittoria della presidente di Libera dovrebbe indurre alla comune riflessione poiché resta aperto il grande problema (dell’intero centro-sinistra) di come riuscire a vincere lo scontro vero e difficile del prossimo giugno.

Il successo della Borsellino evidenzia, fra i tanti, un elemento importante che mette in causa la capacità dei partiti di sintonizzarsi con i sentimenti e le aspirazioni del loro stesso elettorato e della società civile organizzata che, in questa vicenda, ha dimostrato che quando ci si impegna per davvero riesce a spuntarla sulle logiche conservatrici dei partiti, riuscendo ad imporre loro perfino i candidati.

Senza bisogno di ricorrere alla sfera di cristallo, nel voto si legge chiaramente una volontà di cambiamento radicale alla Regione, di rottura coi metodi alquanto discutibili del governo di Salvatore Cuffaro. E si legge anche un segno di discontinuità con un certo tipo d'opposizione.

Così come, questo voto dovrebbe insegnare che le candidature, almeno nel centro-sinistra, non possono più essere frutto di accordi meramente spartitori o di trovate spettacolose calate da Roma, ma dovranno essere radicate nella realtà del territorio che s’intende governare e da questo espresse democraticamente.

Le primarie siciliane mostrano poi un’interessante ripresa della partecipazione dei cittadini alla vita politica contro la preoccupante tendenza all’infiacchimento democratico che potrebbe derivare dalla nuova legge elettorale nazionale, imposta dal centro-destra e ancora in itinere, che, abolendo le preferenze, abolisce nei fatti la residua sovranità dell’elettore di scegliersi il candidato che più gli aggrada e conferisce alle segreterie dei partiti il potere di “eleggere” il Parlamento nazionale.

Per queste ed altre ragioni, le primarie siciliane costituiscono una verifica seria e tonificante che lascia ben sperare per il futuro.

Esse sono anche una buona base di partenza per impostare un progetto politico e programmatico, connotato sul valore fondante della lotta alla mafia che per essere vincente dovrà riuscire a mobilitare tutte le energie e le risorse disponibili e convincere quanti appaiono delusi, ma non del tutto distaccati, dalla politica del centro-destra.

Uno sforzo davvero formidabile, non agevole, che dovrà essere calato in un contesto politico ed amministrativo allo sbando, pesantemente condizionato dalla zavorra di un sistema di potere affaristico e clientelare che non intende mollare la presa, e al contempo disegnare le grandi coordinate per uno sviluppo basato sulla legalità e sulla crescita della produzione e dell’occupazione.

Legalità e sviluppo economico sono facce della stessa medaglia, ma molti, anche fra gli imprenditori più avveduti, stentano a convincersi di questo benefico assioma.

Il futuro della Sicilia e di gran parte del Mezzogiorno (e fors’anche dell’Italia intera) si gioca su questo versante. Non è una faccenda solo siciliana, ma dell’intero arco delle forze politiche nazionali democratiche, a cominciare dal centro sinistra che si candida, a giusto titolo, al governo del Paese. Il vero sostegno che tali forze potrebbero dare alla candidatura di Rita Borsellino è quello di assumere la sua esemplare battaglia per la legalità come una delle priorità essenziali nell'ambito del nuovo programma che l’Ulivo si appresta a varare.

Poiché se è vero che l’antimafia non è un programma, è altrettanto vero che senza l’antimafia non si può fare un buon programma.

Perciò, tutti i soggetti della coalizione dovranno dimostrare uno straordinario e fattivo spirito unitario, stringersi attorno alla candidata - presidente, per elaborare un programma credibile in base al quale dispiegare sul campo tutte le forze e le energie mobilitabili, molte delle quali restano in attesa di segnali più chiari.
E chissà se una donna sobria ma determinata, prestata alla politica da una società pudica e laboriosa, non possa riuscire, con le sue idee e il suo sorriso melanconico, dove altri non hanno potuto: a convincere la maggioranza dei siciliani che è venuto il tempo per un cambiamento radicale.

Agostino Spataro
* Pubblicato in “La Repubblica” del 6 dicembre 2005

Letture: 13465

Commento di Ulisse del 07 dic 2005

I PARTITI DEL CENTRO SINISTRA E L'ULIVO

Gira e rigira non si parla d'altro che:dell'affermazione della "società civile" sui "partiti".

E la vittoria della Signora Rita Borsellino, alle primarie, esprime un forte senso di legalità e democrazia: che viene dalla società siciliana migliore.

Che si era, comunque, manifestata già alle elezioni europee: quando Claudio Fava è uscito vincitore.

In questo caso, è bene inteso,si parla dei partiti della sinistra e del centro che ha uno dei suoi vertici nella Margherita.

Le primarie in Sicilia,oltre a molti discorsi condivisibili, hanno dimostrato che la Margherita è una forza che raccoglie il 35% dei consensi.

Un partito importante, visto che da solo raccoglie 3,5 elettori su 10 dei partecipanti dell'intera Unione.

Si vede,insomma, che è una formazione che nel contesto regionale, molto probabilmente: potrebbe risultare il primo partito della coalizione dell'Unione.

Cosi come sono i numeri, e facendo un rapporto di proiezione futura,molto probabilmente trattasi di un numero di voti che sicuramente porteranno ancora all'opposizione.

Ecco perchè è importante che al nome della Borsellino, si affianchi un progetto di programma per la Sicilia da parte dei partiti dell'Unione che sviluppi e porti avanti un Progetto Programma per L'Ulivo in Sicilia.

Perchè, è importante ,avere presente, che(io lo spero davvero) se si dovessero vincere le elezioni, e la Signora Rita dovesse diventare Governatrice della Sicilia: avrebbe sempre a che fare con dei Partiti con il quale, per potere governare: deve trovare dei punti di equilibrio.

Se i partiti si muovono sulla prospettiva dell'Ulivo tutto viene più semplice e lineare.

E la Sicilia potrebbe legare legalità e competenza in un nuovo progetto di ampio respiro per il suo futuro.


Ecco perchè bisogna puntare al rinnovamento della classe dirigente di questi partiti politici.

Affermando nuovi soggetti che lavorino sulla prospettiva dell'Ulivo come progetto politico inderogabile.

E rimuovere le resistenze di molti inutili che stanno alle segreterie, come ultima spiaggia, eslcusivamente per pura ambizione di potere e per farsi i fatti personali.

Pena, l'annullamento e la mortificazione dell' aspettative della società siciliana: com'è stato per lungo,troppo,tempo.


Detto questo,ma mi sembra importante: bisogna ora procedere a fare capire ai Partiti che, a scala nazionale,regionale e locale, devono attrezzarsi e procedere ad attuare meccanismi di partecipazione vera.

E le primarie vengono adottate per tutte le elezioni elettive a qualsiasi scala.(Provincie,Comuni)


Senza, cioè, fare discorsi di convenienza e di apertura nella fase attuale: per poi derogare e chiudersi a riccio con affermazioni eufemistiche e prive di qualsiasi contenuto politico e di ritorno alla solita logica verticistiica e di Partito.

Riproporre lo schema mentale della delega politica di partecipazione per rappresentanza: ha fatto il suo tempo.

I cittadini voglio dire la loro su tutto.

E' compito dei partiti,se vogliono avere un ruolo, strutturare e incardinare un programma che intende portare avanti,confrontandosi e aprendosi direttamente,la partecipazione dei movimenti culturali e ai cittadini della politica.
Per stimolarne la partecipazione attiva della società: senza se e senza ma.
Questo progetto si chiama:

L'Ulivo siciliano.

Commento di giovanni scalici del 22 dic 2005

si,veramente un canbiamento radicale,
se questo non avvera i siciliani se lo ricorderranno.la signora borsellino dovra ben avere coscenzza che non puo ancora una volta come da secoli negoziare solo per aprire la cassa forte voti per la nazione italia.e la sicilia da ,ma non riceve niente e ora di cambiare ,come si dice,solo i stupidi non cambiano idea!!!!

giovanni scalici


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2019 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso