Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

la lega lombardo

8-feb-2006

Finalmente, si è compiuta la tanto attesa opzione di Raffaele Lombardo: il MpA resta nel centro-destra e per giunta si allea con la Lega padana. Insomma, non aderisce alle liste dell’UDC di Casini e dell’amico Cuffaro per mettersi sotto l’ombrello protettivo di Bossi, Borghezio e Calderoli.

Una scelta prevedibile, e prevista, anche se non definitiva, che chiude una lunga e tormentata fase di agitazione vittimistica, tipica del più classico trasformismo sicilianista che baratta le legittime aspirazioni della Sicilia in cambio di poltrone.

Al fatale annuncio, c’è chi esulta (in particolare Cuffaro) e chi, deluso, si strappa i capelli forse perché già contava su quel pacchetto di voti per risollevare le sorti del centro-sinistra nell’Isola.

Peccato che dopo tanti colloqui informali, pubblici e segreti, con Lombardo e dopo avere assistito a tre giorni di noioso dibattito congressuale, a Bari, non si sia capito per tempo la piega che stava prendendo le vicenda. Fino all’altro ieri si accettavano scommesse, convinti che il MPA si sarebbe schierato col centro sinistra!

Comunque siano andate le cose, un fatto è certo e credo positivo: la scelta di Lombardo ha chiarito e rimosso, almeno in questa fase, un grande equivoco che avrebbe confuso le idee alla gente e offuscato il profilo politico del centro sinistra.

La faccenda, tuttavia, non va sottaciuta o rimossa con ironiche battute, ma analizzata seriamente per capirne il senso e la reale portata e contenerne gli effetti sul terreno elettorale, per individuare le convenienze e le conseguenze che potrebbe comportare l’accordo con la Lega padana, così palesemente in contraddizione con gli interessi di quella Sicilia che si pretende di rappresentare.

C’è chi ritiene che Lombardo l’abbia voluto per ripicca contro l’infido Berlusconi reo di non aver varato politiche a sostegno del meridione. La motivazione non convince, poiché il MpA non è uscito dal centro-destra, guidato sempre da Berlusconi.

Tranne che si voglia far credere alla gente che la tanto sbandierata (e per nulla originale) “fiscalità di vantaggio” si possa conquistare con l’ausilio della Lega Nord che - com’è noto - è sorta e vive all’insegna di un’odiosa politica antimeridionale.

Evidentemente, il dispetto non c’entra nulla e nemmeno la “fiscalità”. Trattasi di mero calcolo elettorale, di una scelta di convenienza che consente a Lombardo di prendere le distanze da una sempre più imbarazzante Udc siciliana e d' assicurarsi un certo numero di seggi. Dopo le elezioni, a secondo dei risultati delle due coalizioni, si vedrà come meglio giocarsi la partita.

L’accordo conviene alla Lega che potrà uscire dall’isolamento politico e morale dovuto al suo avventurismo e alle sue posizioni razzistiche e xenofobe. Nello stesso giorno in cui si annunciava l’alleanza con Lombardo, il suo grande negoziatore Calderoli, ministro della Repubblica italiana, si vantava di avere impedito che il bonus bebè venisse esteso anche ai “tanti Ali Babà”, ovvero ai bambini figli d’immigrati arabi in Italia.

Conviene anche a Berlusconi il quale, senza pagare dazio, stoppa un bel pacchetto di voti in uscita dal centro-destra che andranno ad indebolire quel galletto di Casini il quale dovrà abbassare la cresta giacché non potrà più contare su tutti i voti dell’Udc siciliana. Un giochetto già riuscito ai danni di Follini.

Paradossalmente, in Sicilia, chi ne uscirà più danneggiato sarà chi più, oggi, esalta quell’accordo. Ovverosia Cuffaro che vedrà venir meno una fetta consistente di voti e di seggi alle politiche. Non è improbabile che un calo significativo dell’UDC potrebbe indurre gli alleati del centro-destra a riesaminare la validità della sua ricandidatura alla presidenza della Regione.

Insomma, la mossa di Lombardo, nella sua obbligata illogicità, è una specie di mina vagante che può esplodere anche dopo il 9 aprile e colpire in varie direzioni.

Ma non c’era più tempo. Incalzato dalle scadenze pre-elettorali, ha dovuto chiudere nel peggiore dei modi. Domani è un altro giorno, e si vedrà.

L’accordo con la Lega chiude una fase travagliata e contraddittoria del partito neoautonomista, ma lascia aperta la porta ad evoluzioni, oggi, imprevedibili. Staremo a vedere.

La prudenza, in questi casi, è d’obbligo anche se fino ad oggi non ci siamo sbagliati a proposito della natura e dei possibili approdi del MPA.

O forse siamo in presenza di un disegno che travalica l’attuale contingenza elettorale, come quello evocato dal leghista Calderoli il quale, di ritorno da un giro elettorale nel Sud, dichiarò alla Padania “Io credo nel nord e nella sua storia, però quest’anno le vacanze le passerò in Sicilia a cercare un Masaniello ... In Sicilia la gente è stufa della destra sia della sinistra ed è pronta a fare la secessione”.

Agostino Spataro

Letture: 16711

Commento di Pietro Barbera del 09 feb 2006

Complimenti per l'articolo.
Mi rendo conto del momento turbolento che sta attraversando la Sicilia, anch'io sono siciliano e ricordo molto bene delle vicende simili in passato. Quella più recente che ha fatto tanto scalpore è la storia del signor Musotto, oggi presidente della provincia di Palermo, che per avere quella sedia ha fatto un polverone con tanto di scissione da Forza Italia. Sono vicende legate al passato perchè da aprile in Sicilia si aprirà una nuova era....Almeno si spera!!!

Commento di Sorrentino Costantino del 11 feb 2006

Sono amaramente deluso della "caduta" dell'MPA nei tentacoli della lega nord, che ha sempre visto il sud come il fumo negli occhi, pazienza avrò modo e tempo di ricredermi.
Sorrentino Costantino

Commento di Ulisse del 14 feb 2006

La provvidenza di Raffaele Lombardo MPA Military Police American Dreams




Ho ascoltato, via radio Radicale, e per puro caso, ero in macchina e viaggiavo sulla Firenze Pisa: un comizio di una persona che con un forte accento catanese apriva il primo congresso del MPA che si svolge in queste ore a Bari........Un movimento che ha a capo un signore che non conosco e di cui oggi, per la prima volta, ho sentito la voce. Dio ci scansi e liberi da questi discorsi che iniziano dal nulla e finiscono nell'infinito assoluto richiamo alla Provvidenza...

L'unica parola che non ha detto che dovrebbe essere: divina.

Ma questo, si sà, di questi tempi è sottintesa.
Io credo che, comunque, il Signor Lombardo ha frequenti amnesie memoriali e di provenienza politica.
Parlava, nel comizio relazione, dei politici e dei poli come se Lui, Presidente della Provincia di Catania ed europarlamente, fino ad oggi: fosse vissuto sulla Luna o su Marte.

Il massimo della contraddizione l' ha raggiunto quando ha parlato dell'autonomia del Trentino alto Adige.
Quella è gente seria....

Comunque, su una cosa penso che saranno tutti d'accordo: di respingere con un tridente, tipo Nettuno chiunque si permettere di mettere bocca sulle cose siciliane.

Ho l'impressione che prima o poi, per come si stà procedendo per tornare in Sicilia ci vorrà il passaporto.
Le nuove norme della legge nazionale elettorale,che sono state definitivamente approvate: ci fanno capire che siamo tornati in pieno Medioevo.....

Una per tutte: i nuovi parlamentari non saranno eletti dal popolo sovrano; ma nominati come il gioco televisivo della Fattoria...SIETE STATI NOMINATI...
MA NON DAL PUBBLICO: DA FAZIO DAZIO MAZZIO TIZZIO

Commento di PIERPAOLO del 22 feb 2006

Io non credo che i Siciliano vogliano la seccessione. Io credo semplicemente che le persone oneste vogliano rivalutare la sicilia, ma purtroppo alla luce degli ultimi 10 anni la classe politica non sembra in grado di fare tutto ciò. E con grande rammarico dopo il 9 aprile non credo che qualcosa cambierà. Ma quello che più mi premeva dire era che la seccessione comporterebbe ancora più disastro nella nostra bella isola, ricca di mare sole, ma povera di lavoro e forse uomini disposti a lottare. Pierpaolo

Commento di furnaro luciano del 03 mar 2006

nella piu' cordiale colaborazione da parte mia e di tutto lo staff mio per la realizazione di manifestazioni e affisaggio manifesti per la prov. di ragusa catania siracusa .
tel 338/1450396 / - 348 / 3224012

Commento di Rino del 05 mar 2006

Siamo alle solite, quando è il momento di far vedere che ci siamo e che possiamo modificare un poco lo stato delle cose del nostro sud, viene fuori il fubetto di turno per ributtarci nel baratro, spero che gli elettori abbiano il coraggio di porre fine alla nascita di simili faziosi raggruppamenti negandogli il voto.


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2020 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso