Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE 2007 - Agrigento - dal 1 all'11 febbraio

23-gen-2007

Anche quest’anno dal 1° all’11 febbraio e per la 62^ Edizione si ripete la magia della Sagra del Mandorlo in fiore nell’incantevole scenario della Valle dei Templi ad Agrigento.

Quest’anno la fioritura dei mandorli è stata precoce, grazie alle temperature elevate e alle belle giornate di sole, tuttavia la manifestazione è, oramai per tradizione, un evento che si svolge tra la prima e la seconda domenica di febbraio, quando la Valle si trasforma in quella che viene chiamata la “Valle del Paradiso”, una nuvola di petali rosa di fiori di mandorlo che sprigionano nell’aria il loro delicato profumo.

In realtà la Sagra del Mandorlo in fiore non nacque ad Agrigento ma a Naro nel 1934 e
l’idea venne al conte Alfonso Gaetani che vedendo la vallata sottostante cambiare aspetto con la fioritura dei mandorli e lo spettacolo che essa offriva pensò di sfruttare il periodo di fioritura di questo albero dalle lontane origini per promuovere i prodotti dell’agrigentino. In un secondo momento si stabilì di trasferire la Sagra ad Agrigento dove lo spettacolo avrebbe avuto una risonanza maggiore. Da quel momento in poi la Sagra del Mandorlo non ha smesso di inaugurare la Primavera agrigentina, eccezione fatta per gli anni del secondo conflitto mondiale durante i quali l’evento fu sospeso.

Il successo della sagra è dovuto a numerosi fattori che si intrecciano strettamente alla storia della città, agli scambi commerciali nel Mar Mediterraneo, alle dominazioni subite dall’isola nei secoli passati, alla leggenda del fiore di mandorlo, alla simbologia pagana e cristiana.

Gli antichi Greci narravano che Fillide, una principessa Tracia, incontrò Acamante, figlio di Teseo, sbarcato nel suo regno per una sosta durante la navigazione verso Troia. I due giovani si innamorarono perdutamente ma Acamante fu costretto a proseguire con gli Achei per combattere nella guerra di Troia. La giovane principessa, dopo aver atteso dieci anni che finisse la guerra, non vedendolo tornare con le navi vittoriose si lasciò morire per la disperazione.

La dea Atena, commossa da questa struggente storia d’amore, decise di trasformare Fillide in uno splendido albero di mandorlo. Acamante in realtà non era morto e quando seppe che Fillide era stata trasformata in albero abbracciò la pianta che per ricambiare le carezze fece prorompere dai suoi rami fiori anziché foglie. L’abbraccio si ripete ogni anno quando i fiori del mandorlo annunciano la primavera.

Il madorlo, nelle due varietà dolci o amare, appartiene alla famiglia delle Rosacee e fin dall’antichità si diffuse nei Paesi del Mediterraneo, in Asia e in Africa, per la sua bellezza e per il suo preziosissimo seme: la mandorla. In Sicilia sbarcò insieme ai Fenici e il suo uso si diffuse successivamente nelle colonie greche. Veniva utilizzato in cucina per la preparazione di squisiti dolci ma si traeva da esso anche l’olio che, a partire dal Medioevo, talvolta, si sostituiva al più costoso olio di oliva.

Sono molte le implicazioni simboliche della Mandorla tra le quali la più diffusa è quella dell’iconografia tradizionale medievale. La mandorla circonda spesso il Cristo o la Vergine Maria a significare che la natura divina è contenuta all’interno di quella umana.

Quest’iconografia è frequente anche nella pittura rinascimentale.

Sembrerà strano ma le mandorle sono molto utilizzate anche nella cucina dei Paesi settentrionali dell’Europa e in Svezia sono protagoniste di una tradizione molto curiosa. Alla vigilia di Natale si prepara un dolce di riso all’interno del quale viene nascosta una mandorla. La persona che la trova sarà la prima a sposarsi.

All’inizio del secolo scorso la provincia di Agrigento era il primo produttore mondiale e la mandorla rappresentava la principale fonte di reddito. Venivano coltivate circa 752 specie. La massima diffusione si ebbe negli anni ’60 con circa 200 mila ettari di terreno impiantati a mandorleti. L’azione dell’uomo per impiantare il mandorlo viene a modificare in parte il paesaggio: colline brulle vengono, con dura fatica, terrazzate con muri a secco dove vengono “seminati” delle mandorle amare. Dopo un anno il piccolo alberello di mandorlo viene innestato.

Di questo frutto nulla veniva perduto: la legna della potatura serviva ad alimentare i forni per la cottura del pane, con il mallo esterno si lavorava un tipo di sapone molle Alla Sagra del Mandorlo si accompagna ogni anno il Festival Internazionale del Folklore Mediterraneo, una grande manifestazione di respiro internazionale dove, simbolicamente, tutti i popoli della terra si uniscono in nome della pace per festeggiare l’arrivo anticipato della primavera. Il Festival viene inaugurato con l’accensione del Tripode dell’Amicizia posto di fronte al celebre Tempio della Concordia (il maggior tempio siciliano per dimensioni e uno ei più importanti dell’intero Mediterraneo) alla presenza di tutti i rappresentanti dei popoli presenti alla Sagra e al Festival del Folklore, un contesto davvero unico esaltato dalla suggestione degli alberi fioriti.

Le manifestazioni agrigentine costituiscono un’ottima occasione per far conoscere l’arte la cultura, la natura, la buona cucina e il buon vino di una delle più belle città siciliane.

A proposito di enogastronomia, dopo il grande successo riscosso nella precedente edizione, anche quest’anno l’Associazione Ristoratori della Provincia di Agrigento ripropone la Sagra del Mandorlo a Tavola. La mandorla verrà proposta in 14 menù differenti in altrettanti ristoranti e accompagnata da vini Nero d’Avola e Inzolia, due magnifiche produzioni IGT agrigentine, offerte dall’azienda Casa Montalbano che hanno recentemente ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali con la denominazione “Pregio”.

I Ristoratori facenti parte dell’ARA celebrano il frutto simbolo della primavera facendo vivere a quanti lo desidereranno una incredibile esperienza sensoriale, sbizzarrendosi nella ricerca di pietanze ricercate e creative in cui la mandorla trova abbinamenti davvero peculiari e unici.

Qui di seguito l’elenco dei ristoranti aderenti all’iniziativa la Sagra del Mandorlo a Tavola e il programma della manifestazioni della Sagra del Mandorlo in fiore e del Festival Internazionale del Folklore.

da Teleacras - Un servizio di Daniela Spalanca sulla Sagra del Mandorlo in fiore



ARA ASSOCIAZIONE RISTORATORI di AGRIGENTO

Elenco dei Ristoratori dell’ARA

• “Al Porticciolo” Lung. Falcone Borsellino 26 - San Leone
• “Antico Casale” Via Tirreno 3 - Villaggio Mosè
• “Feeling” Viale Cavaleri Magazzeni 11
• “Kokalos” Viale Cavaleri Magazzeni
• “La Promenade” Passeggiata Archeologica 6
• “La Trizzera” Via Fosse Ardeatine 57
• “Le Caprice” Viale Cavaleri Magazzeni
• “Le Dune” Viale delle Dune - San Leone
• “Leon d’Oro” Viale Emporium 102 - San Leone
• “Marco Polo” Lung. Falcone Borsellino - San Leone
• “Trattoria Caico” Via Nettuno 35 - San Leone
• “Trattoria de Paris” Piazza Lena 7
• “Trattoria Il Pescatore” Lung. Falcone Borsellino 20 - San Leone
• “Villa Kephos” Ctr. Bennici Valle dei Templi

Per informazioni:

Consorzio Turistico Valle dei Templi
tel. 0922 596500
Presidente Gaetano Pendolino
email: consorziodeitempli@virgilio.it

Box Office tel. 0922 20500
Biglietteria ufficiale spettacoli Sagra
Sig. Emanuele Farruggia
email: touristservice@tin.it

Per prenotare le strutture turistiche:
www.siciliano.it
www.bed-and-breakfast.it
www.agriturismo-sicilia.it
www.hotel-sicilia.it

Altri Ristoranti
www.cercaristoranti.com

Letture: 18402

Commento di mikele del 25 gen 2007

nn fate la solita cavolata di nn far entrare al teatro pala congressi chi tiene veramente al folklore siciliano. un saluto


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2017 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso