Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

Il Pistacchio di Bronte e Sagra del Pistacchio - 29 settembre / 7 ottobre 2007

24-set-2007

Pistacchi - Foto di Walter Lo CascioAi più risulta più familiare associare al nome Bronte il cognome delle sorelle Bronte e in particolare Emily che tanto lustro hanno dato alla letteratura, ma non molti sanno che un sottile filo rosso (sarebbe più corretto dire verde e vediamo il perché) lega la grande scrittrice alla città di Bronte in Sicilia.

Bronte è una città di 20.000 abitanti che si trova sul versante occidentale del vulcano più dispettoso d’Europa, il Monte Etna, incastonata come uno smeraldo tra i boschi delle pendici dell'Etna, il fiume Simeto e i Nebrodi e collocata all’interno di una Riserva, il Parco Naturale dell’Etna, che possiede un habitat particolarmente adatto allo sviluppo e alla conservazione di quella che è diventata la vera ricchezza, la gemma per eccellenza della città siciliana.

Ma prima chiariamo come mai esiste un legame tra l’Irlanda e la Gran Bretagna e la Sicilia. Nel XVIII secolo, dopo aver appreso che l’Ammiraglio Nelson era stato insignito del titolo del Duca di Bronte (e per chi non lo avesse mai saputo la news fa un certo effetto!), Patrick Brunty o Prunty si innamorò del nome Bronte tanto che pensò di trasformare il suo cognome in Bronte, mettendo una dieresi sulla E finale in modo che in inglese non venisse storpiato, o meglio, pronunciato secondo la fonetica anglosassone. Le tre figlie di Patrik e di Maria Brauwell che Patrick sposò nel 1812 sono le più note sorelle Bronte che con la loro fama hanno contribuito a diffondere il nome della città in tutto il mondo. Ma non dimentichiamoci dell’Ammiraglio Nelson. Nel dicembre 1789 re Ferdinando I, a seguito dei moti rivoluzionari che sfoceranno nella nascita della “Repubblica Partenopea”, dovette abbandonare Napoli e rifugiarsi, con l’aiuto di Nelson, in Sicilia, a Palermo. L’anno dopo il re Ferdinando fu rimesso sul trono di Napoli grazie all’aiuto di Horatio Nelson. Ferdinando I in segno di riconoscenza concesse a Nelson in perpetuo l’Abbazia di Maniace, le terre e la città di Bronte che, in precedenza, erano appartenute alla città di Palermo.

Ma perché tra le tante terre che Nelson avrebbe potuto chiedere al re scelse proprio Bronte? Questo non ci è dato di saperlo, possiamo fare solo delle supposizioni: una simpatia di Nelson per il nome della città di origine greco e che vuol dire “tuono”, oppure, molto più verosimilmente, la scelta cadde su Bronte e il suo territorio poiché Nelson si identificò con il mitico Ciclope (Vuole il mito che il ciclope Bronte, figlio di Nettuno, sia stato il fondatore ed il re della città omonima), anche l’ammiraglio aveva infatti perso un occhio qualche anno prima (nel 1794) durante una battaglia.

Con questa breve presentazione della città ci si è soffermati su un paio di curiosità che la riguardano e delle quali non molti sono a conoscenza. Ma Bronte val bene una visita, soprattutto in questo periodo, per ciò che, negli ultimi anni e grazie al successo ottenuto, ha messo in ombra le vicende raccontate, le Sorelle Bronte e l’Ammiraglio Horatio Nelson, per fare brillare la città di luce propria: il Pistacchio, l’oro verde, il vero e proprio Re di Bronte.

Dopo la rivolta di Bronte, uno degli episodi più tristemente famosi seguiti all’impresa dei Mille, fu promossa una trasformazione di una vasta zona agraria e gli antichi pascoli vennero trasformati in pistacchieti.

E impressiona come, tra le forre nere di basalto e tra i rivoli disegnati dalla lava solidificata, possa crescere una qualche forma di vita con un vigore tale da trarne un senso di straordinaria ricchezza che nasce dal contrasto tra la nera lava e la natura che prepotentemente vi si sovrappone.

Durante il mese di settembre, ma solo negli anni dispari, a Bronte si è nel pieno della raccolta dei pistacchi. I contadini colpiscono con delle verghe i rami più carichi e una pioggia di frutti cade sui teli stesi per terra. Ogni due stagioni gli alberi vengono lasciati riposare, le gemme vengono “accecate” affinchè l’anno dopo si ottenga una produzione più abbondante e una qualità migliore. Per il pistacchio questo è un anno sì e per la XVIII volta si svolgerà la Sagra del Pistacchio dal 29 settembre al 7 ottobre, la festa dedicata a questo frutto, ai suoi colori, alle sue varietà, alle sue infinite preparazioni, in polvere o in crema, sui dolci o come condimento per la pasta, un frutto che rende Bronte la prima produttrice nazionale del pistacchio con oltre tremila ettari in coltura specializzata (più dell’80% della superficie regionale coltivata a pistacchio).

Il pistacchio di Bronte è unico, dolce, delicato e aromatico insieme. Ed è anche uno spettacolo quando non è stato ancora staccato dall’albero, con i frutti riuniti a formare dei grappoli e con colori che vanno dal beige rosato, al rosa e al carminio, mentre sotto il mallo, il guscio bianco fa intravedere il la polpa di un verde vivo e brillante screziata di rosso.

La coltivazione del pistacchio risale ad almeno mille anni fa quando la pianta venne importata in Sicilia durante la dominazione araba e si è adattata al clima e al terreno. Gli Arabi hanno fortemente connotato gli usi agricoli e il dialetto dell’isola e questa influenza forte e decisiva si ritrova nel dialetto brontese che chiama il pistacchio Frastuca (da Frastuk che in arabo vuol dire pistacchio) e Frastucara la pianta. Tracce arabe si ritrovano anche nell’arte di preparare i dolci al pistacchio. Arte che fa di Bronte un vero e proprio paradiso per i golosi. In tutta la città sono diffuse pasticcerie di alto livello che mettono in mostra l’oro verde sotto forma di croccanti, torroni, torte, biscotti, fillette, gelato, crepes, liquori al pistacchio. Da qualche anno viene utilizzato dagli chef per la preparazione di pietanze salate alle quali il frutto si adatta perfettamente grazie al suo aroma e al tocco decorativo del colore verde smeraldo.

E il rosa della mortadella non sarebbe lo stesso senza i pezzettini di pistacchio che lo illuminano e conferiscono all’insaccato un gusto unico e del tutto particolare.

Secondo una tradizione, poi, il pistacchio porterebbe abbondanza, fortuna e gioie d’amore.

Come per la scorsa edizione anche per la Sagra del Pistacchio del 2007 saranno disponibili circa 100 stand all’interno dei quali i visitatori potranno effettuare degustazioni di prodotti e piatti a base di pistacchio. Gli stand saranno aperti con il seguente orario: domenica 30, mercoledì 3, sabato 6 e domenica 7 ottobre dalle ore 10,00 fino alla chiusura serale; gli altri giorni dalle ore 17,00 fino alla chiusura serale.

Anche quest'anno, in occasione della Sagra, l'Amministrazione Comunale organizza i concorsi Miglior Vetrina, Miglior Stand, il Dolce più buono, il Gelato più buono, l'Itinerario gastronomico ed un Concorso Fotografico.



IL PROGRAMMA

PROGRAMMA (soggetto a variazioni)

28 settembre

Ore 16.30

Conferenza stampa presso il Palazzo Municipale

----------------------------------------------------------

29 settembre

Ore 18.00

Inaugurazione della Sagra e saluti istituzionali (Viale Catania)
Banda musicale
Sbandieratori e musici Leoni Reali di Camporotondo Etneo (Corso Umberto)
Apertura stands

Ore 19.00

Folklore di Sicilia nelle “Viuzze” della Sagra
Sfilata Fanfara dei Bersaglieri Sez. di Trapani (Corso Umberto)

Ore 21.00

Spettacolo musicale “I Picciotti di Vasco” (Piazza E. Cimbali)

----------------------------------------------------------

30 Settembre

Ore 10.00

Apertura stands
Banda musicale
Concorso “Art-Horse & Nature” disegni sul tema: “Non scherzate col fuoco” a cura delle Giacche Verdi Sicilia

Ore 11.00

Sfilata di carretti siciliani (Corso Umberto)

Ore 18.00

Gruppo “I Siciliani” nelle “Viuzze” della Sagra
Spettacolo “Il rito incantatore della strega” (Corso Umberto)

Ore 19.00

“L’opera dei pupi” della famiglia Gargano (Piazza E. Cimbali)

Ore 20.00

Spettacolo musicale “I violinisti in Jeans” (Viale Catania)

Ore 21.00

Spettacolo del maestro Vincenzo Spampinato in “Utopia del triangolo” (Piazza Castiglione)

Nell’ambito della Sagra si svolgeranno i seguenti concorsi a cura del responsabile Confcommercio:

“La vetrina e le luci più belle”
“Il miglior stand”
“Il dolce più buono” – concorso provinciale
“Il gelato più buono” – concorso provinciale
“La strada del pistacchio” concorso fotografico
"Concorso di cucina itinerante"

----------------------------------------------------------

1 Ottobre

Ore 17.00

Apertura stands
Banda musicale

Ore 18.00

Quadrangolare di Calcetto (Palazzetto dello Sport)
Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra

Ore 21.00

Insieme con Salvo La Rosa, Litterio e Bobby Solo (Piazza Castiglione)
Durante lo spettacolo:
Presentazione Inno della Città di Bronte “U’ Diamanti Virdi” di Gianni Belfiore interpretato da Agostino Penna
Omaggio all’Associazione Tonnieri Attività Marinare - Borgo Ognina di Catania

----------------------------------------------------------

2 Ottobre

Ore 17.00

Apertura stands
Banda musicale
Artisti di strada (Corso Umberto)

Ore 18.00

Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra

Ore 21.00

Simone Cristicchi e Paolo Meneguzzi in concerto (Piazza Castiglione)

----------------------------------------------------------

3 Ottobre

“La scuola scende in piazza”

Ore 10.00

Apertura stands
Parata di musicisti, animatori, giocolieri, ritrattisti e statue viventi lungo le strade della Sagra
Trenino dell’allegria
Circo di piazza a cura di Smile Service
Realizzazione murales
Torneo di scacchi (Piazza Rosario)
Torneo di calcio giovanile “Calciando il pistacchio” (Campo Sportivo Comunale)

Ore 11.30

Saluti del Sindaco
Premiazione concorso “Art- Horse e Nature - Non scherzate col fuoco” (Piazza Castiglione)
Bacco S.r.l. offrirà a tutti i bambini il gelato al pistacchio

Ore 16.00

Pistacchiolandia (Piazza Castiglione)

Ore 19.00

Convegno sul tema “ Il Pistacchio: Benessere e Bellezza” a cura dell’Assessorato Regionale Agricoltura (Teatro Comunale)
“Superfinale” amatoriale di calcetto (Palazzetto dello Sport)

Ore 20.00

Concerto musicale: “Generi alimentari Band” (Piazza E. Cimbali)

----------------------------------------------------------

4 Ottobre

Ore 16.00

Concorso: “Il dolce più buono” (Municipio Sala consiliare)

Ore 17.00

Apertura stands
Banda musicale e Artisti di strada (Corso Umberto)

Ore 18.00

Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra

Ore 19.00

Torneo di tennis (Palazzetto dello Sport)

Ore 21.00

Stadio in concerto (Piazza Castiglione)

----------------------------------------------------------

5 Ottobre

Ore 10.00

Concorso provinciale: “Il gelato più buono” (Municipio Sala consiliare)

Ore 17.00

Apertura stands
Banda musicale e Artisti di strada (Corso Umberto)
1° Equiraduno “Bronte città del pistacchio” a cura delle Giacche Verdi Sicilia e l’Azienda Regionale Foreste Demaniali

Ore 18.00

Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra

Ore 18.00

“Nonni in festa” e il “Trio Los Banderas” (Piazza Gagini)

Ore 19.00

Sfilata Auto d’epoca a cura dell’Associazione “Etna Classic Car’s” (Corso Umberto)

Ore 21.00

Finale provinciale di “Miss Etna” (Piazza Castiglione)

Durante lo spettacolo Premiazioni dei Concorsi:
“La vetrina e le luci più belle”
“Il miglior stand ”
“Il dolce più buono”
“Il gelato più buono”
“La strada del pistacchio”
“Cucina itinerante”
“Murales”

Targa all’Associazione “Bronte Insieme”

----------------------------------------------------------

6 Ottobre

Ore 09.00

Estemporanea di pittura a cura della FIDAPA di Bronte “ Le vie del Pistacchio: schizzi, colori, angoli e scorci brontesi” (Chiesa San Giovanni)

Ore 10.00

Apertura stands
Banda musicale e Artisti di strada (Corso Umberto)

Ore 18.00

Folklore di Sicilia nelle”Viuzze” della Sagra
Gruppo musicale “Tinkuy di Bolivia” (Corso Umberto)

Ore 20.00

Spettacolo di danza a cura della A.S. New Energym Cabaret: “Dolci e Gabbati” (Piazza Castiglione)

Ore 22.00

Spettacolo musicale “Nunzio Scordo e la Bidon Vocal Band” (Piazza E. Cimbali)

----------------------------------------------------------

7 Ottobre

Ore 9.30

FORUM: “Il futuro dell’escursionismo sull’Etna” patrocinio della Ferrovia Circumetnea e Funivia dell’Etna S.P.A. (Collegio Capizzi)

Ore 10.00

Apertura stands
Banda musicale e Artisti di strada (Corso Umberto)

Ore 11.00

Sfilata di carretti siciliani (Corso Umberto)

Ore 17.00

Sbandieratori e musici di Motta S.Anastasia: Maestri – Casa Normanna – Panzera (Corso Umberto) - Esibizione finale (Piazza Castiglione)
Premiazione “Estemporanea di pittura” (Chiesa San Giovanni)

Ore 18.00

Degustazione torta al Pistacchio a cura IPSSAR G. Falcone di Giarre (Piazza Castiglione)

Ore 19.00

Gruppo musicale “Tinkuy di Bolivia” (Corso Umberto)
Gruppo “I Siciliani” nelle “Viuzze” della Sagra

Ore 20.00

Spettacolo “Diamon Show” (Corso Umberto)

Ore 22.30

Fuochi d’artificio e Chiusura Sagra

----------------------------------------------------------

Ed inoltre:

Mostra permanente di presepi in Via Cardinale De Luca

Tutti i giorni degustazione gratuita della nutella al pistacchio presso gli stands dell'Azienda Bacco S.r.l. in Piazza Spedalieri

Foto: Walter Lo Cascio

Letture: 16087


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2017 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso